"La maggior parte della gente non si preoccupa di scoprire la verità, ma trova molto più facile accettare la prima storia che sente." Tucidide (406-397 a.c.)

"Odio gli indifferenti. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. L'indifferenza è il peso morto della storia. Vivo sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." Antonio Gramsci 1917





giovedì 13 dicembre 2012

IL MIO AMORE PER CUBA




Ho vissuto a Cuba, a La Habana, quartiere Miramar, per parecchi mesi nel 1987 per motivi di studio, ospitata dall'associazione ICAP, e da allora mantengo vivo il ricordo di questa isola meravigliosa che ha aiutato la mia coscienza ad essere più vigile e libera. Purtroppo la maggior parte dell'informazione mediatica e stampata riguardo a Cuba, ci giunge in forma ridotta e non sempre rispecchia la verità dei fatti, ma fortunatamente tramite internet e grazie a scrittori/giornalisti esperti in materia che se ne occupano personalmente, senza avere padroni, lo sguardo può essere allargato e si possono confrontare diverse idee. Le notizie già ascoltate  e che tutt'ora arrivano sono per mettere in cattiva luce il sistema comunista del "tiranno" Fidel Castro, diventando l'unico responsabile dell'aggravarsi  dello stato sociale ed economico del paese.Cuba non è un paese perfetto ( e chi lo è?), ha fatto errori ma bisogna anche riconoscere i molti meriti, le conquiste sociali che ha ottenuto grazie ai sacrifici di tutto il popolo cubano. In  queste notizie  non vengono mai spiegate quali siano le varie cause che hanno portato l'isola ad essere così attaccata in modo ossessivo, non si ricorda l'embargo da parte degli Stati Uniti che ormai permane vergognosamente da più di cinquant'anni e che economicamente la isola  dal resto del mondo. Il popolo di Cuba ha combattuto unito per liberarsi all'imperialismo americano per far sì che trionfasse nel 1959 la Rivoluzione. Ogni paese ha il  diritto di essere libero senza l'oppressione di nazioni potenti che per i soliti motivi di interessi vogliono impadronirsi di territori riducendoli alla sopravvivenza. Nessuna società è perfetta, tanto meno quella cubana, ma non si possono più tollerare gli interventi degli Stati Uniti  che provocano disagi  e guerre per mantenere il potere assoluto, sfruttando popoli e violando i diritti umani. Nel caso di Cuba, dal giorno del trionfo della Rivoluzione, il popolo ha subito e subisce ancora, attentati terroristici di ogni forma  da parte degli Stati Uniti, il cui intento è quello di destabilizzare l'isola. Io sono e sarò sempre dalla parte di Cuba,  perchè con molta dignità hanno saputo costruire una società adeguata alle esigenze umane rispettando i valori dell'uguaglianza e quelli morali. Nemmeno i paesi così detti industrializzati hanno riconosciuto di diritto due cose fondamentali nella vita degli esseri umani, e cioè l'istruzione e la salute, dove a Cuba, da sempre sono GRATUITI.
Cuba è stato il primo paese latino americano a liberarsi dall'imperialismo yanki, ha avuto il coraggio di esercitare la propria sovranità, e con tanti errori e tante soddisfazioni e conquiste, "CUBA VA"  continua il suo cammino difendendo la Rivoluzione.


1 commento:

  1. Ho fatto un bellissimo post su Cuba con il titolo Cuba Sempre Resiste(e il quart'ultimo) ormai credo che sappia come la penso in proposito.. :).

    RispondiElimina