"La maggior parte della gente non si preoccupa di scoprire la verità, ma trova molto più facile accettare la prima storia che sente." Tucidide (406-397 a.c.)

"Odio gli indifferenti. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. L'indifferenza è il peso morto della storia. Vivo sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." Antonio Gramsci 1917





domenica 11 settembre 2011

11 SETTEMBRE 1973/ 11 settembre 2001


Chi segue i miei post e chi mi segue in Twitter, conosce perfettamente il mio pensiero politico e la mia avversione contro l'imperialismo yanki. Non è  odio a prescindere, ma  consapevolezza di come la politica del governo statunitense abbia progredito verso successi ecclatanti tanto da diventare l'unica potenza mondiale, successi che io chiamo "inganni- atti di terrorismo- genocidio- terrorismo psicologico. Quello che voglio dire è che per diventare il numero uno nel mondo, il governo ha sempre adottato rimedi non democratici a discapito di popolazioni e nazioni più deboli e povere (facili prede da ricattare), di paesi con numerose ricchezze del sottosuolo (provocando guerre nei medesimi per ottenere ciò che a loro interessa) e di paesi con impronta socialista/comunista (il vero e unico nemico da combattere!). I loro interventi vengono sempre giustificati come GUERRE UMANITARIE, PORTATORI DI  DEMOCRAZIA. Ogni popolo, ogni nazione dovrebbe avere un sistema politico consono alle loro prospettive DEMOCRATICHE: chi non la pensa come loro, bisogna provvedere ad intervenire drasticamente, si intende, sempre che il paese in questione sia ricco di "qualcosa" per cui approfittare aumentando ricchezze e potere.

OGGI è L'11 SETTEMBRE  e non mi meraviglio se alcune testate giornalistiche (tranne il Manifesto e Liberazione) e soprattutto i vari telegiornali non abbiamo ricordato il Golpe in cile nel 1973, una pagina bruttissima che ha colpito un governo democratico eletto dal popolo, guidato da SALVADOR ALLENDE e che in tre anni era riuscito ad attuare il suo programma con stampo socialista. Naturalmente al governo degli Stati Uniti, Allende,  non era "persona gradita" poichè non riuscivano più a controllare il paese e non avrebbero più fatto affari. L'allora Consigliere Nazionale della Sicurezza, Henry Kissinger, mise sotto pressione le Forze militari cilene( ci fu un vero appoggio politico) che comandate dal generale Pinochet, attuarono il Colpo di Stato, uccidendo la democrazia che sie era creata in quegli anni. Salvador Allende fu destituito e solo oggi si sa con esattezza, dopo aver riesumato la salma, dall'autopsia rinvetuta, che si suicidò.
Le stime ufficiali riportano meno di 3.000 vittime e poco più di di 1.000 scomparsi, ma furono molti di più.
Questa pagina di storia  non è l'unica ad essere dimenticata volutamente, ma con l'attuazione del PIANO CONDOR, anche questo si tende a dimenticare, si sono scritte molte pagine nere e di violento terrorismo  nel  cortile degli S.Uniti, l'America Latina. Ma tutti sono stati e lo saranno sempre,zitti, di fronte a questa potenza che "esporta la democrazia". Per me l'11 SETTEMBRE è il giorno del ricordo del golpe cileno. Per quanto riguarda l'altro 11 settembre, quello delle Torri Gemelle, non voglio essere fraintesa, l'attentato c'è stato è ovvio, ma molte persone ignorano veramente o non vogliono conoscere, ciò che si vuole celare dietro a questo attentato. Il mio rispetto e dolore sincero va  alle vittime che sono morte a causa di un complotto con la complicità degli Srati Uniti, perchè in quel momento stavano perdendo credibilità e potere. Mi sono documentata tantissimo gurdando video, leggendo inchieste e chissà perchè, chi come me è informato sulla politica sporca degli S.U., un dubbio c'è sempre stato dal momento dell'attaco alle Torri.

Nessun commento:

Posta un commento