"La maggior parte della gente non si preoccupa di scoprire la verità, ma trova molto più facile accettare la prima storia che sente." Tucidide (406-397 a.c.)

"Odio gli indifferenti. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. L'indifferenza è il peso morto della storia. Vivo sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." Antonio Gramsci 1917





martedì 27 settembre 2011

L'AMERICA CHE VUOLE UN CAMBIO A CUBA

   Per chi non la conoscesse YOANI SANCHEZ (nelle foto) è una blogger cubana di "moda", una dissidente, una mercenaria che fa parte di un piano mediatico, LA CYBERGUERRA, deciso anni fa dall'americano RUMSFELD, contro la Rivoluzione Cubana. La Sànchez è molto  conosciuta all'estero più che nel suo paese, infatti l'obiettivo da raggiungere è proprio questo, cioè diffondere più informazioni possibili negative ( spesso non vere) contro il sistema cubano affinchè l'opinione pubblica mondiale prenda atto del malcontento della popolazione e di conseguenza schierarsi con la politica di Washington. Nel 2009 l'editoriale PRISA, il gruppo spagnolo padrone del quotidiano EL PAIS, ha assegnato alla Sànchez il premio giornalistico ORTEGA Y GASSET, ed in seguito ne riceverà altri nello stesso anno proveniente da  altri paesi, maggiorato da compensi in denaro, naturalmente.
                                                                 

Da LOS ANGELES TIME- maggio 2008- di PAUL RICHET:
" La USAID, incaricata della supervisione del programma per promuovere la democrazia in Cuba, sta cercando di convincere gruppi non governativi in Europa centrale e in America Latina affinchè si uniscano  a organizzazioni statunitensi per stimolare sovvenzioni...l'obiettivo è quello di utilizzare la maggior parte del finanziamento di 45 milioni di dollari per comprare apparecchi di telecomunicazioni, cellulari e mezzi per accedere ad internet...quali istituzioni in Europa sta ricevendo denaro?"
Uno di questi è senza dubbio l'editoriale PRISA  e vari paesi dell'Olanda anch'essa nell'assegnarle il premio,e e qualche giornale  network italiano. GIANNI MINA', il giornalista noto per essere esperto in questioni dei paesi dell'America Latina e aggiungo l'unico in grado di scrivere informazioni al merito in modo onesto e trasperente, è finito nel mirino della CYBERGUERRA nel 2009- da sua stessa ammissione- per avere scritto una nota critica al blog della Sànchez "GENERACION Y" . Ciò che Minà le avrebbe contestato è la dimenticanza di aver ricordato le conquiste sociali di Cuba a partire dalla nascita della Revoluciòn, conquiste che hanno fatto del paese un modello da seguire per gli altri paesi latino americani che non sono riusciti a raggiungere i medesimi livelli,  e che non sono riusciti a liberarsi dall'imperialismo. Cuba è diventato il bersaglio degli USA ed è stata punita con l'embargo che sembra non vedere mai la fine. Per inasprire ancora di più l'embargo, è in atto da anni la Cyberguerra appunto, che viene usata come arma per opprimere il popolo cubano. Tornando alla Sànchez, il suo server ha sede inizialmente in Germania a nome di JOSEF BIECHELE  e adesso ha sede in Spagna. Ma va!!!! Cuba ha una limitata ampiezza di banda e deboli prestazioni della rete, invece Yoani maviga veloce. Dalle sue interviste e dichiarazioni si evince la sua contradizzione, segno che nemmeno lei crede fino in fondo alle non verità che dice (esempio in una intervista rilasciata al giornalista SALIM LAMRANI,postata nel suo blog) ed è inespiegabilecome mai proprio lei che odia il suo paese, è tornata a viverci dopo due anni che risiedeva in Svizzera.

                      Sicuramente per Washington la blogger è una alleata fedele, che si presta molto bene per il raggiungimento degli scopi americani per provocare caos e malumori anche all'interno di Cuba, ma finora senza alcun risultato, anzi il popolo è contro di lei ( adesso più conosciuta anche tramite Twitter) dimostrando il loro dissenso con manifestazioni di piazza, non solo è contro di lei ed il sistema terroristico messo in atto, ma anche contro LAS DAMAS DE BLANCO -  le donne in bianco, o ultimamente dette verde, per i colori dei dollari-  un gruppo di donne, in maggior parte famigliari dei dissidenti, che hannoi ricevuto denaro dal terrorista SANTIAGO ALVAREZ che era al servizio  degli anticastristi di Miami. Nel 2007 BUSH ha stanziato 140milioni di dollari e solo 45  nel 2008 per effetto della crisi economica. Tutto ciò è documentato e ammesso dagli stessi protagonisti, da chi riceve denaro e da chi lo porge. Già nel 2004 JAMES CARSON, uomo d'affari nordamericano, avva ricevuto 53milioni di dollari per organizzare una forte opposizione interna alla Rivoluzione cubana, nel periodo in cui vennero incarc erati 58 dissidenti proprio perchè mercenari pagati.  Questo è un tentativo di sovversione che sfido qualsiasi governo democratico a non comportarsi diversamente, qualora si presentasse una sitiuazione simile nel proprio paese. Lo dico perchè quando si parla di Cuba o di quei paesi di sinistra che rifiutano l'ingerenza del governo americano, indubbiamente, per gli alleati dell'imperialismo sono antidemocratici e pericolosi , esprimono giudizi che seguono il protocollo della menzogna senza alcuna informazione reale. Ci tengo a sottolineare che qulche mese fa, Cuba ha rilasciato tutti i prigionieri politici dissidenti mercenari. L'impero voleva una prova di democrazia e l'ha avuta anche se non basta per continuare il terrorismo che subisce l'isola.
Lo sapevate che la cantante cubano-americana GLORIA ESTEFAN è tra le finanziatrici che aiutano gli anticastristi di Miami e la sostenitrice delle manifestazioni delle Damas de Blanco a Miami? Io non comprerò mai più un suo disco.
Forse a qualcuno sfuggirà che se i cubani volessero veramente un cambio in Cuba, non avrebbero bisogno di alcun intervento esterno, perchè come loro stessi hanno insegnato al mondo e come diceva ERNESTO GUEVARA : LA RIVOLUZIONE NON SI ESPORTA, NASCE IN SENO AI POPOLO".
Il popolo cubano è un'esempio di dignità e semmai, un giorno dovesse ribellarsi alle politiche del governo cubano per sua scelta senza alcun inflesso esterno, sarà perchè avrà bisogno di un cambio sociale che rispecchi l'esigenza della popolazione.

OGNI PAESE HA DIRITTO ALLA SOVRANITA'

domenica 25 settembre 2011

YOANI SANCHEZ CELEBRA ANNIVERSARIO DELL'ORGANIZZAZIONE TERROROSTICA DI MIAMI


Terroristi di Miami fanno da ponte con bloggers mercenari. Nella foto, JORGE MAS SANTOS, presidente della Fondazione Nazionale CubanoAmericana (FNCA), manifestò l'importanz di porre  ai cubani nell'isola "gli strumenti, le risorse, le vie di comunicazioni affinchè possano reclamare i loro diritti"

FNCA: 30 ANNI DI CRIMINI CONTRO CUBA

Durante il 13° congresso anuale della Fondazione Nazionale Cubano Americana che si celebrò sabato 30 luglio 2011 nell'Hotel Ritz-Carlton, a Key Biscay, la blogger mercenaria YOANI SANCHEZ, si congratulò con l'Organizzazione terroristica con sede a Miami pronta a festeggiare il giorno seguente il 30° anniversario dalla sua fondazione. Secondo EL NUEVO HERALD, dall'Habana, Yoani, si congratulò con il ruolo della FNCA e disse che la generazione di ponti e contatti con la società civile per generare democrazia sono caratteristiche inerenti alla fondazione.
"Sono della generazione che ha ascoltato tutti i tipi di insulti contro la FNCA. Mi amanettarono all'odio più rancido e questa istituzione" disse la Sanchez. "Tuttavia, crescendo e avendo mie opinioni personale e una mia posizione, ho verificato  che la FNCA è sempre stata disposta a fare da ponte, necessaria nella vita cubana attuale". Oltre a prestarsi a togliere il sangue dalla immagine dell'organizzazione, le dichiarazioni della mercenaria in quanto alle sue "posizioni" chiariscono la sua relazione con la mafia di Miamiche è a capo e dirige la FNCA , una organizzazione con una lunga storia terroristica. Responsabile di vari attentati di assassinio contro Fidel Castro, la FNCA ha portato a termine innumerevoli crimini contr il popolo cubano. Uno degli esempi più recente è, senza dubbio, il finanziamento e l'appoggio agli attentati con bombe contro gli Hotels nel 1997, che costò la vita all'italiano FABIO DI CELMO.

Tradotto personalmente da: CAMBIO EN CUBA
                                                                                    

Questo invece lo scrivo io: Yoani Sanchez......MA VAFFANCULO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

giovedì 22 settembre 2011

LO STATO PALESTINESE, SUBITO!!!!!!!!!!




BASTA CON L'OCCUPAZIONE ISRAELIANA!!!
PALESTINA LIBERA, SUBITO, E RICONOSCERLA STATO!
DOVE SONO I DIRITTI UMANI  TANTO DIFESI DA COLORO CHE LI USANO SOLO AL FINE DI RAGGIUNGERE SCOPI POLITICI ED ECONOMICI????????????


VIVA  LA  PALESTINA!!!!!

domenica 11 settembre 2011

11 SETTEMBRE 1973/ 11 settembre 2001


Chi segue i miei post e chi mi segue in Twitter, conosce perfettamente il mio pensiero politico e la mia avversione contro l'imperialismo yanki. Non è  odio a prescindere, ma  consapevolezza di come la politica del governo statunitense abbia progredito verso successi ecclatanti tanto da diventare l'unica potenza mondiale, successi che io chiamo "inganni- atti di terrorismo- genocidio- terrorismo psicologico. Quello che voglio dire è che per diventare il numero uno nel mondo, il governo ha sempre adottato rimedi non democratici a discapito di popolazioni e nazioni più deboli e povere (facili prede da ricattare), di paesi con numerose ricchezze del sottosuolo (provocando guerre nei medesimi per ottenere ciò che a loro interessa) e di paesi con impronta socialista/comunista (il vero e unico nemico da combattere!). I loro interventi vengono sempre giustificati come GUERRE UMANITARIE, PORTATORI DI  DEMOCRAZIA. Ogni popolo, ogni nazione dovrebbe avere un sistema politico consono alle loro prospettive DEMOCRATICHE: chi non la pensa come loro, bisogna provvedere ad intervenire drasticamente, si intende, sempre che il paese in questione sia ricco di "qualcosa" per cui approfittare aumentando ricchezze e potere.

OGGI è L'11 SETTEMBRE  e non mi meraviglio se alcune testate giornalistiche (tranne il Manifesto e Liberazione) e soprattutto i vari telegiornali non abbiamo ricordato il Golpe in cile nel 1973, una pagina bruttissima che ha colpito un governo democratico eletto dal popolo, guidato da SALVADOR ALLENDE e che in tre anni era riuscito ad attuare il suo programma con stampo socialista. Naturalmente al governo degli Stati Uniti, Allende,  non era "persona gradita" poichè non riuscivano più a controllare il paese e non avrebbero più fatto affari. L'allora Consigliere Nazionale della Sicurezza, Henry Kissinger, mise sotto pressione le Forze militari cilene( ci fu un vero appoggio politico) che comandate dal generale Pinochet, attuarono il Colpo di Stato, uccidendo la democrazia che sie era creata in quegli anni. Salvador Allende fu destituito e solo oggi si sa con esattezza, dopo aver riesumato la salma, dall'autopsia rinvetuta, che si suicidò.
Le stime ufficiali riportano meno di 3.000 vittime e poco più di di 1.000 scomparsi, ma furono molti di più.
Questa pagina di storia  non è l'unica ad essere dimenticata volutamente, ma con l'attuazione del PIANO CONDOR, anche questo si tende a dimenticare, si sono scritte molte pagine nere e di violento terrorismo  nel  cortile degli S.Uniti, l'America Latina. Ma tutti sono stati e lo saranno sempre,zitti, di fronte a questa potenza che "esporta la democrazia". Per me l'11 SETTEMBRE è il giorno del ricordo del golpe cileno. Per quanto riguarda l'altro 11 settembre, quello delle Torri Gemelle, non voglio essere fraintesa, l'attentato c'è stato è ovvio, ma molte persone ignorano veramente o non vogliono conoscere, ciò che si vuole celare dietro a questo attentato. Il mio rispetto e dolore sincero va  alle vittime che sono morte a causa di un complotto con la complicità degli Srati Uniti, perchè in quel momento stavano perdendo credibilità e potere. Mi sono documentata tantissimo gurdando video, leggendo inchieste e chissà perchè, chi come me è informato sulla politica sporca degli S.U., un dubbio c'è sempre stato dal momento dell'attaco alle Torri.

11 settembre 2001( Documentario SHOCK verità) "Filmato N° 2 di 2 "

11 settembre 2001( Documentario SHOCK verità) Filmato 1di2

domenica 4 settembre 2011

FABIO DI CELMO


PER NON DIMENTICARE

DISCORSO DI FIDEL CASTRO:
"12 Aprile 1997. Esplode bomba nella discoteca ACHE'  all'Hotel Melia Cohiba, la prima azione della serie di attentati terroristici contro gli Hotel eseguiti dalla rete costruita in Centro America da LUIS POSADA CARRILLES  e finanziata dalla FNCA.
12 Luglio 1997. Avvengono due esplosioni quasi simultaneamente: negli Hotel Capri e Nacional dove ci sono quattro perone ferite.
4 Agosto 1997. Esplosione terroristica negli Hotel Melia Cohiba, Copacabana, Chateau e Triton e nella Boteguida del Medio. Nel primo muore il giovane turista italiano FABIO DI CELMO"

Così perse la vita il giovane genovese Fabio nel bar dell'Hotel causato da un esplosivo disposto sotto ad un divano dal suo esecutore salvadoregno Raul Cruz Leon, tutt'oggi nelle carceri di Cuba. Fabio con il padre si trovavano a Cuba per una attività di forniture alberghiere con le società statali cubane. Ma non si trattava solo di lavoro; Fabio si innamorò presto dell'isola dei suoi abitanti e si impegnò in attività di amicizia con Cuba. Ogni anno viene ricordato nell'isola, la quale gli ha dedicato diverse attività ed ha costruito proprio nel posto dell'attentato una statua in bronzo in suo onore.
Aveva 32 anni.


Come è risaputo gli Stati Uniti hanno in atto una propria vera guerra con atti terroristici verso CUBA dal suo trionfo della RIVOLUZIONE del 1959.
Col passare degli anni l'embargo e l'odio contro l'isola si sono sempre più inaspriti (vedere anche miei post del 23.01.11 e 09.08.11) tanto da colpirla  profondamente soprattutto nel periodo cosidetto "periodo especial"  all'inizio degli anni novanta, quando l'Unione Sovietica abbandonò Cuba e ci fu la scomparsa del "campo socialista" nei paesi dell'Est. Nel suddetto periodo l'isola vive uno dei momenti più drammatici di crisi economica, puntando sull'unico punto di forza per l'economia del paese che è il turismo. E' proprio il turismo che verrà colpito nel periodo especial. La  Fondazione Nazionale Cubano-Americana, la FNCA, costituita  a Miami nel 1991 dietro l'impulso di Ronald Reagan che con la scusa delle "motivazioni scientifiche umanitarie, educative, e caritatevoli" , in realtà organizza illegalmente attività e attacchi di stampo mafioso per imporre il proprio dominio con la complicità di vari politici e della CIA.

E c'è ancora chi pensa che esista "il sogno americano", l'America democratica, l'America salvatrice...è l'America degli ORRORI, del TERRORISMO, della GUERRA, dei COLPI DI STATO nei paesi lainoamericani...è l'America che ho sempre odiato!!!!

VIVA CUBA PARA SIEMPRE!!!!!!!!!!!!!!!!