"La maggior parte della gente non si preoccupa di scoprire la verità, ma trova molto più facile accettare la prima storia che sente." Tucidide (406-397 a.c.)

"Odio gli indifferenti. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. L'indifferenza è il peso morto della storia. Vivo sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti." Antonio Gramsci 1917





giovedì 28 luglio 2011

CHIQUITA LA BANANA 10 E LODE!!!


PREMESSA PERSONALE:
 
NOI cittadini siamo usati da coloro che creano un sistema che risponda alla loro necessità di "POTERE", cioè di mercato. Ogni volta che entriamo in un supermercato e in ogni tipo di negozio, siamo noi cittadini che acquistando i vari prodotti garantiamo l'ascesa e il potere permanente di queste multinazionali. Il protagonista è il CONSUMO. NOI ci facciamo guidare facilmente dall'abilità di queste imprese che sono convincenti, attraverso la pubblicità, a farci acquistare ogni bene di consumo, dei quali però ignoriamo la realtà di come vengono prodotti. Sappiamo come la GLOBALIZZAZIONE abbia cambiato il mondo del mercato mondiale, la quale aiuta quelle attività produttive a raggiungere il massimo del guadagno in tutta libertà.E si sà anche , purtroppo, in che modo: trasferendo la lavorazione soprattutto in Oriente e paesi poveri dell'America Latina, cioè verso quei paesi dove la manodòpera è infinitamente bassa. Basso costo, massimo profitto, ma a scapito di lavoratori e lavoratrici ai quali vengono negati i diritti fondamentali del lavoro, di conseguenza anche quelli umani. Ma molte di loro, sono accusate d ulteriori violazione, quali appoggiare guerre mondiali o paramilitari come ad esempio la Coca Cola (in merito ho fatto un post in data 01.02.2011) e la nota Chiquita.
Chi non ha mangiato una banana dal "bollino blu" o è stato affascinato dalla pubblicità anni 60/70 della medesima? Bene, vediamo in che modo il nostro acquisto ha contribuito a far sì che tale compagnia abbia raggiunto il potere attuale.

Con sede negli USA (1871) all'inizio era la UNITED FRUIT COMPANY (1899), poi nel 1944 cambia il nome in CHIQUITA BRANDS INTERNACIONAL Inc, con 5000 miliardi di fatturato e 37000 dipendenti. Controlla il 25% del mercato mondiale delle banane, provenienti soprattutto dal Centro America  e dall'Ecuador.
Nel 1994 in Costa Rica, il sindacato SITRAP ha denunciato l'esistenza di squadre armate all'interno delle piantagioni di banane della Chiquita. Inscriversi al sindacato per i lavoratori  equivale a non far parte più del mondo del lavoro, infatti o venivano licenziati o messi nelle "liste nere", ancora peggio, perchè in questo modo non potevano trovare lavoro in altre piantagioni.  La preferenza è rivolta all'assunzione dei lavoratori a tempo determinato  e non indeterminato così, gli stessi,  hanno meno diritti e non hanno il tempo di organizzarsi per protestare. Inoltre in quegli anni si sono utilizzati pesticidi considerati dall'OMS ad alto rischio, molto pericolosi, pesticidi che vengono sparsi con l'aiuto di aerei nelle piantagioni mentre gli operai lavorano - tutto ciò succede anche in Honduras ed Ecuador-.  Naturalmente anche l'ambiente è seriamente danneggiato. Il lavoro minorile dagli 8-13 anni, è sfruttato al massimo , 12 ore lavorative con una paga di 3,50 dollari al giorno.  Usano la corruzione per ottenere favori dai governi e per aggirare le leggi che regolamentano il comportamento delle imprese.
Nel 1999 varie associazioni europee hanno condotto una campagna di pressione internazionale affinchè i lavoratori potessero avere migliori condizioni di lavoro, così come la Human Rights Watch, chiedendo di rispettare le leggi sul lavoro.
E' CAMBIATO QUALCOSA CON L'INIZIO DEL NUOVO MILLENNIO?  Assolutamente NO.
La Chiquita anche se nel 2006 ha firmato un accordo di rispetto dei diritti dei lavoratori, continua a spargere pesticidi, l'età minima è salita a 14 anni, i salari sono sempre bassi -8 euro al giorno per 10 ore lavorative- e nessun lavoratore può rivendiacare alcun diritto  e ciò che gli spetta.
Nel 2007 sono emersi altri fatti importanti. La Chiquita è stata accusata tra il 1997 e 2004 di aver pagato 1.700.000 dollari ai guerriglieri della AUC, l'Autodifesa Unita della Colombia, organizzazione paramilitare di estrema destra fondata da Salvatore Mancuso. Nei conti bancari tale somma è alla voce "sicurezza", dato che, secondo la loro versione, quel denaro serviva per proteggere i lavoratori. Il Procuratore generale della Colombia MARIO IGUARAN ha affermato che " Chiquita è incorsa non solo in associazione a delinquere, ma anche in finanziamenti del terrorrismo e che non è stato il pagamento di una estorsione, ma l'appoggio dato ad un gruppo armato". Inoltre ha collaborato anche a far entrare nel paese più di 3000 fucili e milioni di munizioni. Nella zona dove opera la multinazionale si sono registrati 62 massacri dove morirono più di 400 persone di cui molti lavoratori nelle bananiere e più di 60.000 persone hanno dovuto abbandonare le proprie case. Molte aziende straniere e nazionali pagano le forze armate che controllano il territorio in cui si trovano impianti industriali, oleodotti e piantagioni. Dopo decenni di ribellioni armate, molte zone sono sotto il controllo di gruppi ribelli di sinistra o organizzazioni paramilitari di estrema destra o da quelle del narcotraffico. Quelle di destra le AUC hanno ucciso molte famiglie che sostenevano le guerriglie di sinistra, quali la FARC o ELN e uccisi attivisti sindacali e chi si batteva per i diritti umani. Con l'amministrazione del Presidente ALVARO URIBE (finito mandato 2010) i rapporti tra militari e paramilitari si sono rafforzati. La protezione è uno dei mezzi di finanziamento di tutte le forze armate, ma credo che serva alle multinazionali per continuare la produzione a modo loro.
Il fatto che Chiquita abia ammesso il finanziamento ha una rilevanza penale, dato che la AUC è nella "lsta nera" delle Organizzazioni terroriste straniere"
QUINDI DOVREMMO AVERE UNA MINIMA CONOSCENZA DEI PRODOTTI CHE ACQUISTEREMO, PER NON ESSERE COMPLICI DI TUTTE LE INGIUSTIZIE INDICATE QUI SOPRA.
Come la Chiquita e la Coca Cola ve ne sono a centinaia come ad esempio, la LEVI'S, LA CHICCO, LA NESTLE', LA NIKE, LA REEBOK, CHRISTIAN DIOR, DEL MONTE, DANONE, BENETTON, DISNEY ecc.,  e tutte quelle banche legate al commercio d'armi.

Purtroppo il sistema capitalistico permette a tutte queste multinazionali di gestirsi a loro piacere, perciò la cosa migliore da farsi è sradicare e abbattere il medesimo, ma dato la difficoltà, è un buon inizio da parte dei cittadini, cercare di fare attenzione a ciò che compriamo. 
FELICE ACQUISTO!
 Fonti: sunto di vari articoli di quotidiani esteri e italiani







Nessun commento:

Posta un commento